Luoghi e attrazioni

Tutto quello che c'è da scoprire in Sicilia. Castelli, antiche Tonnare, ville storiche, castelli, ma anche la Mafia, ceramiche, vulcani, grotte e tante altre attrazioni

A prima vista può sembrare che la Sicilia, essendo un'isola, possa essere visitata avendo solo alcuni giorni di vacanza a disposizione. Ma se la si conosce in profondità si capisce come possa essere inesatta questa affermazione. La Sicilia è infatti non solo una grande isola, le sue coste da sole superano i 1.000 km. di lunghezza, ma è sopratutto un'isola ricca di tesori naturali, storici e culturali, a volte molto nascosti e quindi difficili da trovare per il viaggiatore poco attento. Per scoprirla in profondità occorre preparare bene il viaggio, documentarsi in anticipo e munirsi di buone guide, avere un pò di tempo a disposizione, almeno un paio di settimane, ed una buona capacità di districarsi attraverso le varie difficoltà che si incontreranno durante il viaggio, come la lingua, la segnaletica stradale non sempre completa ed esatta e la scarsità dei servizi a disposizione. Semmai si può optare di godersi in pace il sole ed il mare, che di solito qui accompagnano il viaggio, decidendo di tanto in tanto di fare qualche visita per vedere le cose che si ritengono irrinunciabili. Proviamo per i più esigenti a indicare molte delle cose più significative da vedere. Cominciamo col dire che ci sono solo quattro città che meritano veramente una visita, Palermo che possiede il 2° centro storico più grande d'Italia dove si nascondono molti dei capolavori architettonici della Sicilia lasciati in dote ai siciliani dai popoli dominatori tra cui musulmani, arabi e normanni, compresa l’imponente cattedrale della vicinissima Monreale, anche se non mancano alcuni palazzi e case del periodo liberty, come le belle ville aristocratiche che troverete nel magnifico golfo con promontorio di Mondello, famosa tra l’altro per la sua bella spiaggia di sabbia bianca. Catania, città con meno tesori ma sicuramente più poliedrica ed esuberante, con parecchie cose da vedere anche negli immediati dintorni. Siracusa, che a parte l'imperdibile parco archeologico vi offre l'opportunità di ammirare il suo piccolo centro storico sull’isola di Ortigia, dichiarato sito UNESCO nel 2005. Trapani, città di frontiera, nell'estremo lembo occidentale dell'isola, la classica città di mare, oggi riportata agli antichi splendori dopo il "maquillage" ottenuto in occasione delle gare di qualificazione della ultima America's Cup. A pochi chilometri torvate Marsala città del vino per eccellenza con visita alle varie cantine storiche. Ci sono poi diversi paesi o piccoli centri che meriterebbero una visita ma che a volte non sono facili da raggiungere, sicuramente tra questi vanno visti la magnifica Erice, cittadina medievale arroccata sull'omonimo monte a circa 750 mt. di altezza; Cefalù, il più bel borgo marinaro della Sicilia, molto turistico ma ancora con il fascino del passato, la splendida Taormina, a lungo meta di molti VIP internazionali, con il suo scenografico teatro greco con vista sul vulcano Etna e i meno conosciuti paesi medievali del Parco delle Madonie, tra cui Castelbuono, Gratteri, Polizzi Generosa, e Ganci e poi le città del barocco, sito UNESCO, di Modica, Noto, Ispica, Ragusa Ibla, Scicli e Palazzolo Acreide; per acquisti di vero artigianato Caltagirone città della maiolica siciliana più pregiata, bello anche il suo piccolo centro storico e se vi rimane tempo le piccole e sperdute i borghi marinari di Acitrezza con vista sulla riserva naturale delle isole Ciclopi, Acicastello, Santa Maria la Scala, Alì Terme, Sampieri, Marzamemi, Sant'Elia, Portopalo di Capopassero ed i paesi montani di San Marco d'Alunzio, Tusa, Sperlinga, Novara di Sicilia, Castiglione di Sicilia, Adrano, Militello in Val di Catania (sito UNESCO). Numerosi i siti archeologici da visitare tra cui il Parco Archeologico di Selinunte e Siracusa, la Valle dei Templi, il templio di Segesta, le rovine di Solunto, le zone archeologiche di Gela, Imera, Megara Iblea, Morgantina, Mozia, Grotte della Gurfa, Tindari, Eloro, Kaukana, Pantalica ed Eraclea Minoa. Da non perdere le due ville romane, villa del Tellaro a Noto e Villa del Casale a Piazza Armerina. La Sicilia conserva anche un patrimonio considerevole di castelli e fortificazioni, alcune completamente in rovina, quelle che meritano di essere menzionati sono il Castello di Donnafugata, il Castello di Mussomeli, il Castello di Sperlinga, il Castello di Ventimiglia, il Castello di Santa Lucia del Mela, il Castello di Ursino, il Castello di Caronia, il Castello di Brucoli, il Castello di Lombardia, il Castello di Caccamo, il Castello di Carini, il Castello di Naro e il Castello di Venere. Tracce del passato si trovano anche nelle Tonnare, che all'inizio del secolo erano diverse decine, oggi solo una è rimasta in funzione a scopi turistici, quella dell'isola di Favignana, alcune sono in rovina altre sono state diventate resort a 4 stelle o sede di attività culturali, dove potete trovare ancora il fascino di allora è in quella di Scopello e quella del piccolo isolotto della Formica. Poi ci sono le aree protette, divise in Parchi naturali e oasi protette, sicuramente il principale e più attrattivo è il Parco dell'Etna, che racchiude numerose attrazioni naturalistiche tra cui citiamo il vulcano, visitabile in Jeep, pulmini fuoristrada o elicottero e il Parco fluviale delle Gole del fiume Alcantara, con bagno nelle sue acque fredde e limpide. Poi c'è il Parco delle Madonie, che come detto racchiude alcuni dei paesi medievali meglio conservati della Sicilia e alcune zone paesaggistiche di assoluto rilievo dove fare delle belle escursioni a piedi, così come sul vicino Parco dei Nebrodi, molto più impervio e boschivo le cui pendici degradano verso il mare della costa nord della Sicilia. Infine le varie oasi naturalistiche, tra cui le più importanti sono: l'Oasi di Vendicari, Pantalica, Zingaro, la Riserva di Cavagrande del Cassibile, oasi del fiume Anapo, Belice, Irminio, Simeto e Ciane. Infine, per chi decide di visitare le isole minori , soluzione difficile da abbinare con altre mete, consigliamo le Eolie, sia perché più facilmente raggiungibili, sia perché l'arcipelago costituito da sette isole molto vicine tra loro ma molto diverse per morfologia vi dà l'opportunità di riuscire a visitarne almeno 3 o 4, tra cui vi consigliamo Lipari, Salina, Stromboli e Filicudi, per completezza citiamo anche Alicudi, Panarea e Vulcano. Le altre isole, a parte la riserva marina di Ustica, che si trova 30 miglia a nord di Palermo, sono le Egadi nella Sicilia occidentale, arcipelago formato da Levanso. Favignana e Marettimo, poi molto a sud l'impervia ma splendida Pantelleria e le Pelagie, Lampedusa e Linosa dove l’Africa è più vicina!